REFERENDUM

OVVERO COME SCEGLIERE INSIEME LE STRADE DA PRENDERE

Con i referendum gli associati a TV POP hanno uno strumento prezioso ed efficace per partecipare in modo attivo a tutte le scelte che TV POP deve e dovrà affrontare. Il procedimento è semplice: ogni associato riceverà una mail che lo avvertirà della presenza di uno (o piu') nuovi referendum e l'associato avrà circa dieci giorni di tempo per andare sul sito e votare. Per i nostri referendum non bisognerà raggiungere nessun quorum e a vincere sarà la maggioranza. Ciascun associato ha il diritto di proporre il suo referendum e ad oggi è altamente probabile che lo vedrà proposto sul sito ma è possibile che con il tempo nasceranno nuove norme per regolamentare questo strumento...norme che, ovviamente, definiremo con i referendum!
E ORA?
Tv pop non è ancora nata ma i referendum sono già cominciati!
Ci sono decisioni da prendere e la partecipazione di tutti è il nostro primo obiettivo: a partecipare bisogna abituarsi.


Nessun sondaggio disponibile al momento
ARCHIVIO

Scongeliamo Tv Popolare ?
Sei favorevole a co-produrre il tour dell'Italia Che Cambia utilizzando i fondi di Tv Popolare ?

dopo aver tentato ed in seguito abbandonato l'iniziativa riguardo alla coproduzione di una trasmissione a causa dell impossibilità di contribuire come speravamo ai contenuti, gli ultimi reduci del consiglio direttivo hanno scelto di congelare momentaneamente le attività per vari motivi, tra cui :

  • volontà di trovare un modo per valorizzare quanto duramente costruito evitando di liquidare l'associazione;
  • necessità di riflessione;
  • impossibilità di perseguire anche minimi obiettivi operativi, senza un team ed un direttivo motivato (e non avendo ricevuto altre candidature dagli inviti)
  • convinzione che sia possibile ripartire tentando strade e modelli diversi
  • valorizzare al massimo l'impegno economico degli associati, cercando e finanziando un opportunità reale di dare un futuro al progetto con qualcosa di concreto e  con una minima speranza di continuità.

Insomma, congelando le attività, abbiamo anche preservato l'ultima cartuccia in attesa di una buona occasione. Ebbene forse è arrivato il momento di provare ad usarla.
 
Dopo tanti colloqui di questi mesi che comunque abbiamo portato avanti, abbiamo incontrato Daniel Tarozzi e Andrea Degl'Innocenti dell' associazione Italia che Cambia. La missione del loro progetto si sovrappone perfettamente a quella di tv popolare con la differenza che noi si partiva dal alto, dagli strumenti, loro dai contenuti e dal territorio. In comune l'idea della rete delle reti, l'unione delle persone consapevoli e la volontà di dare voce al cambiamento che già esiste e di cui troppo poco si parla.
 
Loro sono giornalisti nel vero senso del termine, giovani ma esperti perché intraprendenti, con tanto desiderio di comunicare la stessa Italia e gli stessi valori di Tv Popolare.
 
Ebbene, gli abbiamo proposto di entrare nel direttivo gestendo il palinsesto dei contenuti in sintonia con la loro organizzazione creando una forte sinergia operativa e, sapendo che sono in procinto di partire per il giro d'Italia del cambiamento, abbiamo proposto di realizzarlo insieme mettendo a disposizione i fondi di tvp (sempre circa 3000 eu) per documentare e raccontare, la piattaforma web per la diffusione, la comunità e le sue relazioni. Dopo essersi confrontati, loro sarebbero entusiasti di cominciare così.
 
E tu ? 

Leggi la presentazione del viaggio
Leggi la presentazione dell'associazione Italia che Cambia

Votanti: 27
Commenti: 11
DETTAGLIO
Procediamo .. ma come ? Valutiamo l'opzione POP GAST e proponiamo idee
Su cosa vorresti investire ?

Al precedente referendum ha vinto la scelta di “tentare” di proseguire nelle attività. Uso d’obbligo la parola “tentare” , perché non basta dire “andiamo avanti !”, ma dobbiamo capire con quali risorse e in quale direzione portare avanti il progetto.

Le opzioni sul tavolo erano, e sono attualmente, tre :

  • [WORKSHOP]: un evento di qualche ora a cui invitare cittadini ed organizzazioni con l’obiettivo di definire un programma ed un nuovo organo amministrativo per l’associazione;
  • [EMISSIONE  TV] provare ad emettere la nostra visione emersa dal palinsesto condiviso, prendendo (a pagamento) in gestione uno spazio anche piccolo (anche 5 minuti al giorno);
  • [FINANZIAMENTO PRODUZIONE CONTENUTI - CROWFUNDING] Finanziare la produzione di contenuti video attraverso la nostra comunità; ovvero i cittadini e le organizzazioni propongono idee, si votano le migliori e cerchiamo di finanziarne almeno una di tasca nostra.
     

Insieme al gruppo GAST (abbiamo avuto vari incontri in questi giorni), persone al quale ci sentiamo molto affini, vorremmo proporre un’opzione che mette insieme tutte quelle presentate qui sopra ed offre a Tv Popolare la possibilità di ripartire dal basso, a piccoli passi, ragionando e producendo direttamente contenuti.

Tv Popolare e GAST vogliono creare un marchio unico e condiviso, chiamato POP GAST. 


Sotto questo nuovo cappello ci presenteremo al pubblico ed alle organizzazioni del settore sostenibilità per finanziare attraverso sponsor e pubblicità le trasmissioni che andremo a creare.

Abbiamo in mente di finanziare in questo modo 5 trasmissioni, la domenica dalle 21 alle 22, sul digitale terrestre ed in contemporanea su web.

Le puntate verteranno sui temi principali di TV POP, temi ed ingredienti emersi dalle proposte sul palinsesto condiviso (informazione, musica, intrattenimento, attivismo, ambiente ..), temi già in linea con le produzioni del GAST, temi che sono tutt’ora in discussione (inserisci la tua proposta e le tue idee !).

In occasione dell’evento a Milano di “Fa la cosa giusta” – il 16 marzo - vogliamo realizzare una puntata speciale, oltre alle 5 di cui sopra, con l’intento di raccogliere attenzione dalle organizzazioni e le prime adesioni per la raccolta pubblicitaria.

Durante l’evento ci sarà un momento con chi si presenterà, il workshop, in cui poterci incontrare e dibattere (fisseremo giorno e ora), creando anche il nuovo consiglio direttivo dell’associazione. Accettiamo sin da subito candidature da inviare a info@tvpopolare.it .

Per realizzare queste puntate e tutta l’operazione sarà necessario investire tutta la cassa rimanente di Tv Popolare (circa 3.000 €). Se le organizzazioni sponsorizzeranno o acquisteranno spazi promozionali, potremo recuperare questa cassa e, solo dopo questo risultato e queste trasmissioni, potremo valutare insieme se eventualmente rifinanziare l’associazione anche da parte dei cittadini, cercando di realizzare altre puntate col POP GAST e riempiendo sempre più spazio informativo, pervadendolo con la nostra visione e le nostre proposte.

E’ evidente che in questo modo ci giochiamo tutte le cartucce rimaste, ma crediamo che sia l’unica possibilità per cercare di dare continuità ed ulteriore concretezza a quanto abbiamo fatto, dimostrando al contempo che la comunità desidera andare avanti e sostenere questo progetto al di la' di un sostegno puramente morale.

Vi invitiamo quindi a votare questa opzione e a dare la vostra libera opinione su questo prospetto. Se avete in mente altre proposte da votare, inseritle nei commenti e le metteremo anch'esse ai voti.

Buona giornata a tutti.
 
 

Votanti: 23
Commenti: 7
DETTAGLIO
Quale futuro per l'associazione Tv Popolare ?
Quale futuro desideri per l?associazione TV Popolare ?

La campagna di sottoscrizione si è conclusa e non abbiamo raggiunto l’obiettivo, questo è il fatto con cui ci dobbiamo confrontare.
Nonostante tutti gli sforzi ed i tentativi, non siamo riusciti a completare i gruppi di acquisto.
La visibilità necessaria per far conoscere il progetto è stato sostanzialmente l’anello mancante; non per nulla del resto, alla società civile serve uno strumento di comunicazione come Tv Popolare.
Con questa considerazione ovviamente non vogliamo puntare il dito su qualcosa di diverso da noi, sicuramente avremmo potuto fare meglio, di più, in un altro modo, ma dobbiamo infine considerare che nel momento in cui questa visibilità c’è stata (dal Fatto Quotidiano, seppur per una manciata di ore), il progetto ha funzionato, così come era stato previsto: in quelle poche ore i cittadini aderivano uno o due al minuto e questo significa che tutto ciò che doveva essere fatto era già sufficiente.
Poi tutto si è fermato, usciti da quella home page non c’è stato verso di innescare nuovamente quella scintilla. I cittadini e le organizzazioni iniziali, che dovevano sostenere l’effetto virale, non sono stati sufficienti. E gli appoggi mediatici su cui contavamo, personaggi più o meno noti, opinion leader, progetti affini, movimenti civili, addetti ai lavori, grandi organizzazioni non-profit, testate giornalistiche vicine al nostro spirito, non si sono esposti, quasi fossero rimasti alla finestra ad aspettare, presi ognuno dalle loro mille beghe quotidiane. Esattamente come molti cittadini.
Nel dubbio di alcuni di noi che il problema potessero essere i 25 €, abbiamo anche inserito la possibilità di aderire versando la quota solo ad obiettivo raggiunto; ma niente uguale, tutto come prima.
Non intendiamo comunque raccontarvi di nuovo tutto l’iter percorso, tramite email la comunità è stata aggiornata sui passaggi e le decisioni forti sono state messe a referendum.
Ora ci troviamo nella condizione in cui dobbiamo riflettere su “se” e “quale” futuro dare a questa iniziativa, anche perché più della metà dei membri del consiglio, erosi e consumati da questa vicenda spesso faticosa e frustrante, ha deciso di rimettere il proprio mandato dando spazio a nuove energie, fresche e creative. Quelli di noi che vorrebbero proseguire con le attività, si sono interrogati ovviamente su alcuni scenari perseguibili utilizzando ciò che abbiamo creato in questo periodo di lavoro. Nonostante il fallimento dell'obiettivo primario, crediamo infatti d’aver creato dei valori che non vorremmo cancellare ma che potrebbero essere la base per costruire il nostro progetto con un approccio diverso, più orientato ai piccoli passi invece che al grande salto.

Di seguito ciò su cui poter contare e che abbiamo costruito in questi mesi :
  • una piccola grande comunità di cittadini e organizzazioni che credono nella necessità di un progetto di libera informazione;
  • sito web che racconta la nostra storia, illustra il progetto, fa da punto di riferimento insieme al blog attivo sul Fatto Quotidiano;
  • software dei REFERENDUM, per governare tramite democrazia diretta l'associazione;
  • software del PALINSESTO CONDIVISO, lanciato da poco, che consente di mettere a fuoco i contenuti, le aree tematiche e la visione di Tv Popolare;
  • cassa di cc 3.000 €
Il referendum che quindi poniamo agli associati è il seguente :

Quale futuro desideri per l’associazione TV Popolare ? 

a) SCIOGLIMENTO E LIQUIDAZIONE 
Votando questa opzione si seguirà la procedura prevista dall’art. 24 dello Statuto e devolveremo il patrimonio ad altra ed affine associazione senza fine di lucro che sceglieremo insieme tramite ulteriore referendum.

b) PROSEGUIMENTO DELL’ATTIVITA’ 
Votando questa opzione, si aprono vari scenari e sarà quindi necessario procedere con un’altra consultazione di idee e votazione sulle stesse per decidere cosa selezionare. Per completezza, di seguito illustriamo alcune possibilità emerse dai nostri ragionamenti
  • Creazione di un evento / workshop di una giornata a cui invitare cittadini ed organizzazioni che abbia l’obiettivo di definire un programma ed un nuovo organo amministrativo per l’associazione;
  • Proporre a Tv, locali o satellitari, di adottare in via sperimentale il metodo di creazione del palinsesto condiviso, offrendoci in gestione uno spazio anche piccolo (anche 5 minuti al giorno) a costo zero; loro ci guadagnano contenuti, visibilità e sperimentazione, noi uno spazio su cui sperimentare il nostro modello;
  • Finanziare la produzione di contenuti video attraverso la nostra comunità; ovvero i cittadini e le organizzazioni potranno proporre delle idee da produrre, le selezioniamo insieme e le finanziamo noi con una piccola quota ciascuno (crowdfunding). Non è escluso che questi prodotti, se veramente validi, possano trovare anche degli sbocchi di rifinanziamento venendo acquistati da soggetti terzi che volessero veicolarli. Ad ogni modo, noi realizzeremmo il video ed avremmo l’informazione che chiediamo.

Ma queste sono solo alcune idee, ce ne aspettiamo altre dopo aver deciso innanzitutto se andare avanti oppure no.

E’ tutto. Il futuro è nelle nostre mani.
Buon voto.
Votanti: 51
Commenti: 37
DETTAGLIO
Insistiamo fino alla fine
Sei daccordo a proseguire con i lavori di Tv Popolare fino al 31.12.2012 con gli obiettivi qui indicati?

Abbiamo messo in gioco tutto quanto possibile con le poche, pochissime risorse disponibili.

Molti saranno insoddisfatti, molti se ne saranno dimenticati, molti saranno presi da altro e sicuramente pochi si proporranno a sostenerci volontariamente per dare una mano concreta, nonostante gli innumerevoli appelli, ma noi vorremmo andare avanti comunque e dare una forma a questo progetto che ha dimostrato sì di essere una buona e meravigliosa idea ma necessita ora di assumere un corpo.

Continuiamo a lavorare al fine di creare una fitta rete e nuovi importanti contatti mirando sempre all'obiettivo che ci siamo prefissati, ma questo ovviamente non può ne potrà bastare; abbiamo quindi pensato di pianificare, organizzare e realizzare, anche con la vostra importante partecipazione, quella che intenderà essere una giornata tipo di Tv Popolare, così da avere e dare un' idea maggiormente concreta di come dovrà essere questo nostro canale. Crediamo possa essere un'azione importante e necessaria, oltre che dovuta tanto a voi quanto al progetto stesso. Nei prossimi mesi quindi, grazie anche alla presenza di professionisti del settore che si sono messi a disposizione (dando vita ad un vero e proprio gruppo operativo), intendiamo realizzare il palinsesto "tipo" di una possibile giornata di Tv Popolare.

Votanti: 35
Commenti: 10
DETTAGLIO
Consultazione Tv Popolare
Come vorresti venissero investiti i fondi raccolti sino ad oggi?

Concluso il precedente referendum in cui si richiedeva la vostra volontà ad utilizzare i fondi raccolti, dobbiamo ora capire dove, come e con quali priorità destinare parte di quanto raccolto sino ad oggi. Lavorando quotidianamente al progetto abbiamo per forza di cose individuato idee e necessità, ma reputiamo indispensabile coinvolgervi in questa decisione e raccogliere vostre proposte, idee e suggerimenti.

Votanti: 4
Commenti: 0
DETTAGLIO
Utilizzo dei fondi raccolti
Sei d'accordo ad utilizzare i fondi raccolti fino ad ora e decidere con un sondaggio immediatamente successivo a questo referendum come utilizzare questi fondi ?

Ad oggi tutto quello che è stato fatto e realizzato è stato reso possibile dal sacrificio e dall'impegno, tanto lavorativo quanto economico, dei soci fondatori e del gruppo di persone che volontariamente hanno scelto di lavorare con noi, mettendosi a servizio della causa ognuno con le proprie competenze.

Purtroppo per quanto prezioso non potrà bastare tutto questo.

E' arrivato il momento di agire e diffondere il più possibile Tv Popolare, ora dovremo farlo in modo concreto e determinato e per far ciò avremo bisogno di investire risorse di cui, tra noi pochi, non disponiamo. 

Intendiamo condividere e decidere con voi tutti come e in cosa investire, possa essere questo la promozione, piuttosto che materiali, professionisti, eventi, etc..

L'intento primo di questo referendum resta comunque il capire se, in una prima fase,  sarete disposti a mettere a disposizione del progetto quanto raccolto sino ad oggi, per poi comprendere successivamente con un secondo referendum dove indirizzare questi impegni.

Votanti: 33
Commenti: 6
DETTAGLIO
Cambio modalità di adesione al progetto
Sei d'accordo a procedere con questa nuova modalità di sottoscrizione?

Ad oggi il metodo di sottoscrizione utilizzato ha dimostrato di non dare i risultati sperati, per questa ragione abbiamo pensato di correggere la rotta e proporre una nuova modalità di adesione basata sulla promessa di acquisto di una quota associativa di Tv Popolare, una sorta di prenotazione che diventerà attiva solo al raggiungimento del 20.000mo cittadino.

In questo modo dovremmo facilitare su più fronti l'adesione, cercando quindi di raggiungere entro i tempi stabiliti l'obiettivo che ci siamo prefissati.

Votanti: 37
Commenti: 5
DETTAGLIO
Posticipo della data per il raggiungimento delle quote previste per i gruppi d'acquisto dell'associazione Tv Popolare
Quale presente e quale futuro per Tv Popolare ?

All'inizio si era deciso che l'obiettivo dei gruppi d'acquisto si sarebbe dovuto raggiungere entro il 31/12/2011. Questo obiettivo per il momento non è stato raggiunto e il gruppo dei soci fondatori chiede di posticipare questa data fino a settembre, proponendo una linea d'azione coerente con il passato, ma arricchendo da gennaio 2012 il progetto di nuovi strumenti, tra cui :
- videoblog di aggiornamento settimanale per informare e aggiornare sugli sviluppi 
- blog su Il Fatto Quotidiano per favorire il dibattito e dare visibilità nazionale al progetto
- piattaforma referendaria su internet per favorire la partecipazione degli associati
- ...

Votanti: 43
Commenti: 38
DETTAGLIO
Fascia oraria
Inizio:
Durata:

AREA TEMATICA

Voti: